Baravalle Vini

Vini da Dessert

Moscato d’Asti D.o.c.g.

1-moscato

Riconoscimenti

Premio “Citta’ di Acqui Terme” nel 2001
Premio Douja d’Or nel 2004
Premio “Città di Acqui Terme” nel 2008
Oscar al concorso “Pramaggiore” nel 2008
Medaglia d’oro al concorso “Pramaggiore” nel 2009
Diploma di Gran Menzione al Vinitaly del 2009
Premio “Città di Acqui Terme” nel 2010
Premio “Città di Acqui Terme” nel 2011
Sulla guida “I vini di Veronelli 2014” valutato 85/100


 

Scheda organolettica

MOSCATO D’ASTI D.O.C.G.
Prodotto con le caratteristiche uve del vitigno Moscato Bianco di Canelli delle Colline di Calamandrana.

Colore:
Giallo paglierino intenso.
Profumo:
Muschiato, fragrante e delicato che ricorda il miele.
Sapore:
Dolce, aromatico, caratteristico delle uve di provenienza.
Gradazione alcolica:
Minima complessiva 11 gradi, di cui almeno 4,5 di alcol svolto.
Acidità totale minima:
5 per mille.
Tecnica di vinificazione:
Vinificazione in bianco, pressatura soffice con enzimatura atta all’estrazione degli aromi, fermentazione a temperatura controllata e conservazione a bassa temperatura.
Gastronomia:
Ottimo con i dessert, la pasticceria secca, il panettone e la torta di nocciole piemontesi.
Temperatura di degustazione:
8°-10° C.
Bicchiere consigliato:
Coppa.


Brachetto d’Acqui D.o.c.g.

2-bracchetto

Riconoscimenti

Premio Vindimaggio 1996
Premio Douja d’Or nel 1998
Premio Douja d’Or nel 2002
Premio “Città di Acqui Terme” 2007
Premio “Città di Acqui Terme” 2009
Sulla guida “ I vini di Veronelli 2014” valutato 85/100

 

Scheda organolettica

BRACHETTO D’ACQUI D.O.C.G.
Prodotto con le uve del vitigno Brachetto delle Colline di Calamandrana.

Colore:
Poco più che rosato, cerasuolo.
Profumo:
Aromatico dal caratteristico sentore muschiato, intenso, fine ed elegante con note floreali.
Sapore:
Dolce, morbido, delicato, sapido e persistente, leggermente vivace.
Gradazione alcolica:
Minima complessiva 12 gradi di cui almeno 5 di alcol svolto.
Acidità totale minima:
4,8 g/l.
Tecnica di vinificazione:
Diraspapigiatura soffice con separazione del mosto dalle bucce dopo 48 ore di macerazione, filtrazione e conservazione in cella frigorifera.
Successiva fermentazione in autoclave a temperatura controllata sino al raggiungimento della gradazione alcolica di 6,0° circa. Imbottigliamento sterile mediante filtrazione.
Gastronomia:
Ottimo a fine pasto con i dessert, si accompagna a crostate di frutta, frutti di bosco, biscotti secchi e amaretti tipici piemontesi. Ideale anche come aperitivo e come bevanda “fuori orario”.
Temperatura di degustazione:
7°- 8° C.
Bicchiere consigliato:
Coppa o calice.