Baravalle Vini

Vini Rossi

Barbera d’Asti D.o.c.g.

1-barbera-asti

Riconoscimenti

Premio “Citta’ di Acqui Terme” nel 2002
Premio “Citta’ di Acqui Terme” nel 2003
Punteggio di 87/100 su “I vini di Veronelli 2004”
Richiamato nella “Guida al vino quotidiano” dello Slow Food
Premio “Douja d’Or” nel 2005
Premio “Pramaggiore” nel 2005 e 2006
Premio “Pramaggiore” nel 2008 e 2009
Premio “Città di Acqui Terme” nel 2005
Premio “Città di Acqui Terme” nel 2006 e 2009
“Decanter world wine” Awards nel 2009
Medaglia d’oro al concorso “Pramaggiore” 2010
Sulla guida “ I vini di Veronelli 2014” valutato 85/100

 

Scheda organolettica

BARBERA D’ASTI D.O.C.G.
Prodotto con le uve del vitigno Barbera delle Colline di Calamandrana.

Colore:
Rosso rubino con riflessi granata.
Profumo:
Di buona intensità, caratteristiche varietali fruttate.
Sapore:
Asciutto, caldo, persistente, con sentori di frutta sciroppata.
Gradazione alcolica:
Compresa tra i 12 e i 13,5 gradi.
Acidità totale minima:
5,5 g/l.
Tecnica di vinificazione:
Vinificazione con diraspapigiatura e macerazione con bucce per 12 giorni,
temperatura di fermentazione controllata a 28-30 °C.
Affinamento per 3 mesi in acciaio a fermentazione malolattica ultimata.
Gastronomia:
Si abbina a tutti i piatti della cucina internazionale, ideale per i primi piatti importanti
e secondi a base di carni rosse.
Ben si sposa con formaggi grassi e stagionati.
Temperatura di degustazione:
18°-20° C.
Bicchiere consigliato:
Tulipano.


Barbera d’Asti Superiore
Nizza D.o.c.g.

2-barbera-asti-sup

Riconoscimenti

Premio Douja d’Or nel 1998
Premio “Citta’ di Acqui Terme” nel 2000
Diploma di “Gran Menzione” al Vinitaly nel 2000
Premio Douja d’Or nel 2003
Premio “Città di Acqui Terme” nel 2004
Premio “Douja d’Or” nel 2005
Oscar della Douja d’Or nel 2006
Premio al concorso internazionale del Barbera nel 2006
Premio “Città di Acqui Terme” nel 2006
Premio “Douja d’Or” e “Citta’ di Acqui Terme” nel 2007
Punteggio di 90/100 alla degustazione dell’ONAV nel 2007
Premio “Città di Acqui Terme” vendemmia 2005
Premio al concorso “Pramaggiore” vendemmia 2005
Premio al concorso “Pramaggiore” vendemmia 2006
Medaglia d’oro al concorso “Pramaggiore” vendemmia 2007 nel 2010
Premio “Città di Acqui Terme” nel 2010
Medaglia d’oro al concorso “Pramaggiore” vendemmia 2009 nel 2013
Sulla guida “ I vini di Veronelli 2013” valutato 88/100


 

Scheda organolettica

BARBERA D’ASTI SUPERIORE NIZZA D.O.C.G.
Prodotto da una speciale selezione delle uve dei vecchi vitigni di Barbera delle Colline di Calamandrana.

Colore:
Rosso rubino con riflessi granata.
Profumo:
Di buona intensità, caratteristiche varietali fruttate con note di vaniglia e boisè, tostatura leggera.
Sapore:
Asciutto, caldo, persistente, con sentori di frutta sciroppata e caffè.
Gradazione alcolica:
Compresa tra i 13 e i 14,5 gradi.
Acidità totale minima:
5,3 g/l.
Tecnica di vinificazione:
Vinificazione con diraspapigiatura e macerazione con bucce per 12 giorni.
Temperatura di fermentazione controllata a 28-30 °C.
Affinamento per 10 -16 mesi in piccole botticelle di rovere francesi
a fermentazione malolattica ultimata ai quali seguono 6 mesi in botte d’acciaio.
Il vino si affina in bottiglia altri quattro mesi prima della commercializzazione.
Gastronomia:
ottimo con piatti importanti di carni rosse arrosti, brasati, selvaggina;
si sposa bene con formaggi grassi arborinati e stagionati.
Temperatura di degustazione:
20°-22° C.
Ossigenare il vino in caraffa o decanter un paio d’ore prima di servire.
Bicchiere consigliato:
Tulipano riserva.


Dolcetto d’Asti D.o.c.

3-dolcetto.asti

Riconoscimenti

Premio Vindimaggio 1996
Premio Oscar Asti d’Oro nel 1998
Premio “Citta’ di Acqui Terme” nel 2000
Premio “Citta’ di Acqui Terme” nel 2001
Premio “Citta’ di Acqui Terme” nel 2002
Premio “Citta’ di Acqui Terme” nel 2005
Premio “Città di Acqui Terme” nel 2006
Premio “Città di Acqui Terme” nel 2007
Premio “ Pramaggiore” nel 2008 e nel 2009
Medaglia d’oro al concorso “Pramaggiore” nel 2010
Premio “Città di Acqui Terme” nel 2010
Medaglia d’oro al concorso “Pramaggiore” nel 2013
Sulla guida “ I vini di Veronelli 2014” valutato 85/100

 

Scheda organolettica

DOLCETTO D’ASTI D.O.C.
Prodotto con le caratteristiche uve del vitigno Dolcetto delle Colline di Calamandrana.

Colore:
Rosso rubino con riflessi violacei.
Profumo:
Fruttato, gradevole, caratteristico, fresco.
Sapore:
Asciutto, vellutato, armonico, quasi privo di acidità
e leggermente tannico nell’annata.
Gradazione alcolica:
Compresa tra i 11,5 e i 13,0 gradi.
Acidità totale minima:
4,8 g/l.
Tecnica di vinificazione:
Vinificazione con diraspapigiatura e macerazione con bucce per 11 giorni;
temperatura di fermentazione controllata a 28-30 °C.
Fermentazione malolattica precoce autunnale.
Gastronomia:
La sua caratteristica lo rende adatto ad ogni piatto e ideale per gli spuntini “fuori orario”.
Temperatura di degustazione:
16°-18° C.
Bicchiere consigliato:
Tulipano.


Vino Rosso Barbella

4-barbarella

Riconoscimenti

Sulla guida “ I migliori vini 2014” di Luca Maroni valutato 85/100


 

Scheda organolettica

VINO ROSSO BARBELLA
Prodotto con le caratteristiche uve dei vitigni Barbera e Dolcetto delle Colline di Calamandrana, con una proporzione pari a: Barbera 70-80%, Dolcetto 20-30% circa.

Colore:
Rosso rubino con riflessi granata.
Profumo:
Di buona intensità, caratteristiche varietali fruttate e leggeri caratteri vegetali.
Sapore:
Asciutto, sapido, persistente, con sentori di frutta sciroppata e una leggera nota aromatica.
Gradazione alcolica:
Compresa tra i 12,5 e i 13,5 gradi.
Acidità totale minima:
5,6 g/l.
Tecnica di vinificazione:
Raccolta delle uve a completa maturazione
(3° decade di settembre per il Dolcetto e 1° decade di ottobre per la Barbera).
Vinificazione separata delle uve con diraspapigiatura delicata e macerazione
in presenza di bucce per 7 giorni con 2 rimontaggi giornalieri.
Temperatura di fermentazione controllata a 25-26°C.
Percentuale delle uve: Barbera 70-80%, Dolcetto 30-20%
Affinamento per 3 mesi in acciaio a fermentazione malolattica ultimata.
Gastronomia:
Primi piatti importanti e secondi in generale, si adatta bene con carni bianche;
si sposa con formaggi freschi e parzialmente stagionati.
Temperatura di degustazione:
19°-22° C.
Bicchiere consigliato:
Tulipano.


Barolo D.o.c.g.

4-barbarella

Riconoscimenti

Sulla guida “ I vini di Veronelli 2013” valutato 89/100

 

Scheda organolettica

BAROLO D.O.C.G.

Colore:
Rosso rubino con riflessi granata.
Profumo:
Ampio, complesso, floreale, con note di spezie e liquirizia, lieve finale balsamico.
Sapore:
Asciutto, caldo, sapido, buona struttura e persistenza con tannini presenti.
Gradazione alcolica:
Compresa tra i 13,5 e i 15,0 gradi.
Acidità totale minima:
5,7 g/l.
Tecnica di vinificazione:
Pigiatura soffice dell’uva raccolta a mano con conseguente diraspatura e fermentazione in vasche termocondizionate a temperatura controllata (27-28°) con 3 rimontaggi giornalieri.
Macerazione di 9 giorni con svinatura del prodotto a fermentazione ultimata. Subito dopo la malolattica il vino viene travasato in fusti di legno e, dopo circa 24 mesi, è assemblato in vasche di acciaio. Qui rimane sei mesi circa per una ulteriore stabilizzazione naturale, prima di essere imbottigliato.
Il vino si affina in bottiglia altri sei mesi prima della commercializzazione.
Gastronomia:
la sua caratteristica lo rende adatto particolarmente con carni rosse, selvaggina, brasati, arrosti, piatti e formaggi importanti.
Temperatura di degustazione:
21°-24° C.
Ossigenare il vino in caraffa o decanter un paio d’ore prima di servire.
Bicchiere consigliato:
Tulipano riserva



Langhe D.o.c. Nebbiolo

6-nebbiolo

Riconoscimenti

Sulla guida “I vini di Veronelli 2013” valutato 85/100

 

Scheda organolettica

LANGHE D.O.C. NEBBIOLO

Colore:
Rosso granata
Profumo:
Di buona intensità, richiama i frutti di bosco, la foglia di tabacco, le spezie.
Sapore:
Asciutto, caldo, persistente.
Gradazione alcolica:
compresa tra i 13,0 e i 14,5 gradi.
Acidità totale minima:
5,5 g/l.
Tecnica di vinificazione:
Produzione media per ha : 65 hl.
Raccolta delle uve a completa maturazione (3° decade di ottobre).
Vinificazione con diraspapigiatura e macerazione con bucce per 12 giorni. Temperatura di fermentazione controllata a 28-30 °C.
Affinamento per 5 mesi in acciaio a fermentazione malolattica ultimata.
Gastronomia:
Secondi piatti importanti di carni rosse arrosti, brasati;
si sposa con formaggi grassi e stagionati.
Temperatura di degustazione:
19°-22° C.
Bicchiere consigliato:
Tulipano.